SEPPIA

IL MALE DI VIVERE DELLA SCALA B di Cristina Battioni Dopo la morte di Ametista non sono più tornata alla Scala B. Ho indossato il suo rosario di lacrime di Giobbe come un bracciale, talvolta mi sorprendo ad accarezzarlo, è il pallottoliere delle ore vuote. Chiamo ore vuote quelle che lascio consumare, come un passeggeroContinua a leggere “SEPPIA”