“IL DOTTOR STANTE”

“Il cigno nero della Scala B” di Cristina Battioni “Stante come abbreviazione di Distante? Scostante?”, gli domando mentre cerco di imparare a leggerle le risposte non dette. “No, ora solo Stante, colui che sta , fermo ai crocevia.” Tutto ciò che leggo nei suoi occhi stanchi è resa incondizionata, immobilismo esistenziale. Una stasi profondamente antiteticaContinua a leggere ““IL DOTTOR STANTE””

CENTOMILA LACRIME

E’ da un anno che piove… di Cristina Battioni E’ da un anno che piove a secco e l’ aria è sporca stasera, una leggera foschia ha velato la giornata e la sfuoca in una sera che sembra anonima . Questa mattina dalla finestra di un ufficio al terzo piano del Servizio Veterinario si vedevaContinua a leggere “CENTOMILA LACRIME”

NON SI RINASCE TUTTE LE MATTINE

(DAL QUINTO PIANO DELLA SCALA B SI VEDE IL MARE) a mia madrepersempre Oggi sento il bisogno di tornare nel mio monolocale sospeso, quinto piano , Scala B. Ho preso un giorno di ferie, dopo averne accumulati centinaia mai usati. Non servivano, mi era sufficiente isolarmi nella mia bolla sospesa e insonorizzata per non avvertireContinua a leggere “NON SI RINASCE TUTTE LE MATTINE”

“LA PRIMA DOSE NON SI SCORDA MAI”

( V-DAY PRIMO TEMPO) di Cristina Battioni Oggi è il Giorno. Oggi è Il ” V -DAY”, dove V sta per vaccino; l’ oggetto del desiderio, la materializzazione di una speranza faticosamente attesa dopo una gestazione di 365 giorni scanditi da solitudini, attenzioni, mascherine, disinfettanti, paure. Finalmente oggi, 3 marzo 2021, alle ore 10.20 a.m.,Continua a leggere ““LA PRIMA DOSE NON SI SCORDA MAI””

NON CHIAMATELO FEMMINICIDIO (s.v.p)

“IL PRIMO ARTICOLO DAL GIORNALE SOSPESO” di Cristina Battioni Sera finalmente, tra le mura del mio domicilio in mattoni e pareti da ritinteggiare, posso uscire dalla mia bolla di sospensione e lasciarla riposare. Devo preparare la cena ma ho urgenza di una doccia che si porti via la polvere del giorno e il peso dellaContinua a leggere “NON CHIAMATELO FEMMINICIDIO (s.v.p)”

L’ EDICOLA SOSPESA

di Cristina Battioni Ogni mattina, prima della biancheria e dei vestiti, indosso la mia bolla di sospensione , la mia impalpabile vestaglia di indifferenza e comincio a galleggiare per casa senza nessun entusiasmo, qualche centimetro sopra il quotidiano che mi attende con l’ inquietudine di sapere già il prevedibile, nel bene e nel male. LaContinua a leggere “L’ EDICOLA SOSPESA”

“Ogni tempo ha il suo tempo”

(Anche in lockdown) dI Cristina Battioni Le 7 regole della Scala B non mi sorprendono, le trovo perfettamente adeguate al mio stato di sospensione, al mio bisogno di pausa e reset. Le imparo a memoria senza doverle rileggere, come se le avessi scritte io. Sono le regole di un lockdown privato. I ” lockdown” esistevanoContinua a leggere ““Ogni tempo ha il suo tempo””

Le 7 regole della “Scala B”

Il bilocale del quinto piano è un monolocale , se non fosse per l’ altezza sembrerebbe un cubo pieno di luce densa e avvolgente. Lo misuro usando i miei passi ma mi interrompo urtando ogni oggetto. Qui dentro lo spazio è monoporzionato, due persone non riuscirebbero a muoversi contemporaneamente tra mobili, divano e “cose” varieContinua a leggere “Le 7 regole della “Scala B””